Due terzi degli italiani dichiara di avere subito gli effetti del cambiamento climatico

Secondo uno studio Kantar, gli italiani sono tra i più colpiti dai problemi ambientali, con una percentuale nettamente superiore agli europei nel complesso (43%), agli asiatici (58%) e agli americani (54%), e chiamano le aziende a guidare verso comportamenti più sostenibili.
23 settembre 2021
Carlotta Donati
Carlotta
Donati

Marketing Executive

Cristina
Colombo

Chief Impact Officer

Contattaci
Milano, 23 Settembre 2021: Kantar, leader mondiale di consumer insight per il marketing e la comunicazione, ha pubblicato un nuovo studio, realizzato in tutta Europa, che esplora i comportamenti e le attitudini dei consumatori verso la sostenibilità e come i brand dovrebbero rispondere.
Secondo lo studio, il 66% degli italiani intervistati ha affermato di essere già stato personalmente colpito da problemi ambientali, una percentuale superiore rispetto al 43% dei cittadini europei, al 58% degli asiatici e al 54% degli americani.

Inoltre, dallo studio emerge che:

  • Il 40% degli italiani si dichiara disposto a investire tempo e denaro per sostenere le imprese che fanno del bene alla società o all’ambiente, una percentuale leggermente superiore alla media europea (36%).
  • Il 43% dei consumatori ha già smesso di acquistare prodotti o servizi a causa del loro impatto ambientale o sociale, esattamente in linea con la media europea (42%).
  • Le questioni che preoccupano maggiormente gli italiani sono legate all’inquinamento ambientale, alla povertà e alla fame, temi trasversali in tutta Europa. In particolare l’inquinamento dell’acqua e dell’aria sono questioni che stanno acquisendo importanza nella vita quotidiana delle persone, in misura maggiore rispetto alla media europea.

I consumatori si aspettano che siano le aziende a guidare il cambiamento.
Lo studio ha rilevato come i consumatori si aspettino che siano le aziende per prime a muoversi verso un’impronta più sostenibile, con il 66% degli intervistati italiani ritiene che debba essere una sfida per le aziende necessariamente da affrontare.
Non c'è dubbio: una fetta considerevole di consumatori è già attenta alle questioni della sostenibilità anche al punto di affermare che dedicherebbe tempo o denaro per supportare le aziende che agiscono in questo settore. La realtà però mette in evidenza che questo non si traduce in un vero comportamento quotidiano. Il prezzo (74%) e la mancanza di informazioni (68%) sono i principali ostacoli. Occorre quindi attuare un cambiamento culturale: gli italiani infatti pensano che una persona non possa fare molto da sola (66%).
Commentando i risultati dello studio, Cristina Colombo, Client Impact Director e Sustainable Transformation Practice Kantar, afferma: “Sempre più consumatori scelgono marche che hanno una brand purpose sociale e ambientale al centro della loro attività, quindi dal punto di vista del marketing è imperativo da parte delle aziende avere una strategia sulla sostenibilità.”

Evitare il greenwashing.

Mentre i risultati mostrano come ci si aspetti che siano le imprese a dare l’impulso verso la sostenibilità, il 67% dei consumatori afferma di essere preoccupato che le aziende prendano parte a questioni sociali solo per fini commerciali.
 Cristina Colombo continua dicendo: “Parlare semplicemente di sostenibilità non è sinonimo di successo. Le aziende hanno bisogno di una strategia credibile che si allinei con la propria brand purpose e si traduca in azioni concrete"

Lo studio rivela i cinque elementi chiave del Sustainability Framework di Kantar per costruire una strategia sulla sostenibilità incentrata sul consumatore.

Cristina Colombo ha proseguito: “Perché una strategia sulla sostenibilità funzioni, deve basarsi sulla comprensione di quali questioni sociali e ambientali siano rilevanti nel proprio settore per identificare gli ambiti d’intervento. La strategia aziendale deve, quindi, rendere allineate brand purpose e go to market: abbiamo raggiunto un livello di attesa tale per cui i consumatori richiedono alle aziende un impegno continuativo. La sfida per i brand è come rendere la sostenibilità accessibile, significativa e conveniente per i consumatori, per poter colmare il gap tra valori e azione”.

Note sullo studio: lo studio Kantar European Sustainability Foundational Study 2021, che copre 12 Paesi (Italia, Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Grecia, Olanda, Polonia, Romania, Spagna, Svezia e UK), fornisce risultati di ricerca aggiornati per supportare i brand nel comprendere cosa interessa veramente ai consumatori. Inoltre orienta i brand nel navigare il tema della sostenibilità lungo tutto il journey.

Contattaci